Vai al contenuto
Home » News » Confartigianato incontra il candidato Sindaco per Verona Alberto Zelger

Confartigianato incontra il candidato Sindaco per Verona Alberto Zelger

25 maggio 2022. All’incontro delle 21:30 sono stati invitati tre candidati sindaci: Zelger, Sautto e Barollo. Gli altri tre erano stati invitati qualche ora prima.

DOMANDE e risposte a Confartigianato Imprese Verona per Alberto Zelger Candidato sindaco

Ecco le domande che erano state trasmesse in precedenza:

1. Quale sarà il Suo progetto prioritario per la città di Verona, da cantierare immediatamente?

In anzitutto monitorare i settori produttivi più in crisi a causa di una politica pandemica scellerata, che ha messo in ginocchio l’economia e tante famiglie, cui si sono aggiunte sanzioni suicide per la guerra in Ucraina (30 mld di spese militari). Quindi valutare la ripresa attraverso nuove attività imprenditoriali: idrogeno blu, fullerene, …

  • 18 ml dal PNRR per l’Arsenale significa avviare un volano di ripresa per tante aziende e
    artigiani; meno bene 770.000 € per una pista da skateboard sotto le mura, mentre tanti
    veronesi faticano ad arrivare a fine mese
  • altri fondi dalla Regione Veneto da cogliere per la VMC nelle scuole
  • ristrutturazione edifici in centro storico
  • pannelli fotovoltaici sui tetti di tuttr le scuole (PNRR o altro)…
  • Strade e marciapiedi…tombini, avvallamenti manomissioni stradali, controlli di qualità

2. Quale sarà la visione di lungo periodo che intende avviare per la Verona del 2042?

  • Aeroporto Catullo da rilanciare, non con pannicelli caldi, ma con un piano industriale da
    mettere a gara internazionale, in grado di accogliere investimenti dai mercati esteri
  • basta farci soffiare sotto il naso i nostri gioielli: Cariverona, Cattolica, Aeroporto,…
  • nuovi filoni di attrazione per Verona. Non bastano Gulietta&Romeo + Opera lirica.
    Dobbiamo attirare il turismo di qualità (ricco, che spende), che fa acquisti delle nostre merci
    e prodotti, e rilancia i fatturati e il lavoro per tutti. Abbiamo beni culturali da sfruttare e
    marchi nuovi da inventare (es.: Verona e il Dietrich Von Bern, Verona e l’architettura
    militare, Verona e la poesia di Catullo, percorsi ittici sulle nostre colline, non solo vini…)-

3. Sul tema gestione rifiuti, intende e come rendere equa per le imprese, in particolare le micro, la tassazione?

Siamo vincolati alle norme dettate dall’ARERA – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Tanto costa il servizio, altrettanto dobbiamo incassare… Premialità per chi ricicla e per chi conferisce poco (con misurazione del conferito); incentivi/sconti per i piccoli, ma allora dobbiamo caricare i costi sui più grandi; e il Comune non può per legge sobbarcarsi questi costi; evtl può erogare altri servizi a prezzo ridotto; i codici ATECO vincolanti

4. Come intende fermare l’esodo dal centro e dalla ZAI storiche delle imprese e come quindi rendere attrattiva Verona da un punto di vista economico e del mantenimento dei mestieri?

  • aiutare l’economia di prossimità e di quartiere, per favorire le produzioni e il commercio locali, scoraggiando gli acquisti online presso le catene multinazionali;
  • creare reti di sostegno alle categorie più esposte alla crisi, favorendo se possibile una moneta complementare locale, garantita dal Comune
  • riduzione IMU, se possibile, a chi riduce l’affitto a negozi e pubblici esercizi
  • favorire l’accesso al centro con pullmini elettrici gratuiti, per decongestionare il traffico; trasporto merci con mezzi elettrici comunali (appalto), parcheggi limitrofi e accesso gratuito con bici e monopattini da parcheggio fino al posto di lavoro
  • promuovere una rete tra associazioni e comitati di commercianti, rilasciando buoni sconto ai cittadini che ne faranno richiesta, per l’acquisto di prodotti e servizi commerciali offerti dai chi aderisce alla rete, che potrà poi usufruire di sconti sui servizi e sulle imposte comunali e sui biglietti di musei e mostre, con la presentazione di questi buoni
  • favorire il lavoro, cercando di ridurre gli oneri burocratici a carico delle categorie professionali (edilizia privata… investire nella digitalizzazione)
  • promuovere incubatori per lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali, in collaborazione con l’Università di Verona
  • promuovere lo sviluppo di nuove produzioni industriali, quali l’idrogeno blu e il fullerene, che potrebbero creare nuova occupazione
  • evitare ogni accanimento, relativo ai controlli sul greenpass o altro, contro i commercianti che hanno attraversato una crisi senza precedenti negli ultimi due anni

5. Come intende, da futuro sindaco, coinvolgere la Confartigianato Imprese Verona nei processi decisionali che hanno ricadute sull’economia della città?

Evitando ogni accanimento, relativo ai controlli sul greenpass o altro, contro i commercianti che hanno attraversato una crisi senza precedenti negli ultimi due anni.

6. Momento libero per conclusioni e/o considerazioni

Liberare i lavoratori e le aziende da vincoli pseudo-sanitari (anche tra i bambini; disturbi psichiatrici, suicidi, …), che hanno creato folli discriminazioni e danni enormi alla nostra economia. In altri paesi hanno adottato strategie meno vincolanti e hanno avuto meno morti in percentuale di noi….

Ed ecco in sintesi le risposte del candidato sindaco Alberto Zelger (pdf):

https://www.albertozelgersindaco.it/wp-content/uploads/2022/05/Confartigianato-Imprese-VR-SINTESI.pdf